Skip to content

Ancora TANTE SCUSE

24/01/2013

Tante volte mi chiedono “da dove viene il tuo umorismo?”
Tante volte vogliono sapere quali sono le mie fonti di ispirazione.

Credo che molto sia iniziato con loro.
Signore e signori,Sandra Mondaini e Raimondo Vianello.

raimondo-vianello-sandra-mondaini

Nn credo ci sia bisogno di aggiungere altro, a parte che molti li ricorderanno per la sit-com e non avranno visto quello che hanno fatto prima in televisione.

Tipo questo:

Non dimenticherò mai questa gag, che peraltro si ispira al celebre film “LA 14a ORA” che TUTTI conoscerete o avrete visto, VEEROOO??

No, perchè io avevo visto quel film in tv e poi avevo visto questo pezzo di Raimondo Vianello e non me lo sono più dimenticato, e forse la passione per parodiare i film, viene anche da lì.

E le gag tra Rat-Man e Cinzia? O tra Mucca che dorme e l’inutile Mucco?

Per ispirarsi, nei primi anni 70 bastava guardarsi uno spettacolo come TANTE SCUSE, o il suo seguito, DI NUOVO TANTE SCUSE.

Forse anche il titolo di questo blog , COME NON DETTO, che chiede di non essere preso troppo sul serio per quello che viene scritto nei suoi articoli, è una forma di inconsapevole omaggio ai loro programmi RAI, dove la bravura era nella decostruzione dei meccanismi dello spettacolo musicale televisivo. E questo loro rendersi complici nostri, del mostrarci il dietro le quinte di quello che succedeva “veramente” in un set televisivo, era una sorta di “marachella” di cui, fin dal titolo, chiedevano TANTE SCUSE.

About these ads

From → Uncategorized

25 commenti
  1. Che barba, che noiaaaa…
    Leo! Siamo sempre alle solite, né!
    :D

  2. Cosimo permalink

    Non so da dove venga il tuo umorismo ma, per favore, continua a farti ispirare da lì!
    Sandra e Raimondo poi oltre che due grandi della tv sembravano anche due grandi nella vita, meritano davvero tanta stima :)

  3. Ecco, lo sapevo… adesso inizieranno a scendermi le lacrimucce di nostalgia.
    Leo, è stato un colpo basso. ;-)

  4. Pensa che io la Sit Com, non l’ ho nemmeno mai vista. per me S&R sono rimasti quelli di questi programmi. Brutta cosa la vecchiaia …

    • Ma no, non è una brutta cosa, è che hai visto più cose…e fino a che non ne vedrò più, avrò sempre un vantaggio su quelli nati dopo…;))

  5. PerpliMas permalink

    Indimenticabili, seguivo sempre i loro spettacoli (li seguivano i miei, e giocoforza…). La sit com non la seguivo, secondo me lì erano un po’ sottotono.
    Fantastici i loro dietro le quinte, in realtà il vero spettacolo. Ricordate quando si sdoppiarono? Sandra faceva il varietà classico, Raimondo quello “alternativo”, in bianco e nero vestito da mimo. Mitica la sigla alternata tra i due.

    • Il teatro esistenziale di Vianello contro la vuota opulenza del colore degli spettacoli televisivi senza cultura…delle canzonette…Un genio. Avanti anni luce!

  6. CREPASCOLO permalink

    Ray faceva la parodia di Brecht ( nei seventies popolare nei salotti buoni come oggi il termine graphic novel ) come Gigi Proietti nel recital A me gli occhi, please ( l’attore che si ” strania ” e porta le ” brechtelle ” ).
    Una curiosità: la donna di Kurt Weil ( il musicista che lavorava con Brecht ) è stata la perfida virago con scarpe e punte avvelenate di 007 Dalla Russia con Amore e Operazione Geode è una parodia ratmanica tanto apprezzata da essere nel Classico di Repubblica. Da Vianello al Ratto in meno di sei gradi di separaz.

  7. Giovanni permalink

    Quando avevo 8-9 anni la coppia Mondaini – Vianello era l’unica per la quale era consentito guardare la tv dopo Carosello… e se vogliamo proprio dirla tutta…. la sigla finale, “Ma quanto è forte Tarzan”…. era da rotolarsi sul tappeto del salotto….

  8. Mi aveva fin colpito nella morte, nel dialogo col prete un mese prima di morire. Lo chiamò, facendolo venire a casa propria, sapendo di essere vicino alla fine; sacerdote della parrocchia vicina alla loro abitazione. Lui era un non praticante.
    Gli disse qualcosa tipo: -Ma come, c’era una parrocchia qua vicino a casa, e nessuno mi aveva detto mai niente?-

  9. Li guardavo sempre coi miei nonni materni. Mio nonno poi gli assomigliava tantissimo. Alla morte di Sandra e Raimondo mi sembrava che i miei nonni fossero morti un’altra volta.
    E sempre riguardo alla loro morte c’è questo sketch che potrebbe sembrare adesso quasi profetico:

    Nonostante quello che dicono in questo video, mi fanno sempre ridere ed è questa la loro forza.

  10. Alessandro Tassin permalink

    bellissimo ricordo.io in Leo ci vedo molto di quel cabaret lì,anche di Cochi&Renato,per restare sulla tv. a livello fumettistico,sento una grande influenza di Bonvi,sbaglio?

  11. Gabriele permalink

    Cambiando totalmente argomento: Prossima parodia una versione fumettosa dell’ episodio Jurassic Rat della serie TV? Ho visto alcune gag della serie riuscite rifatte in certe storie e riuscite mille volte meglio. Immagino cosa possa accadere con un’ intera parodia come quella.

  12. Anna permalink

    Mah…purtoppo prt chiunque sia nato negli anni 80, tipo la sottoscritta, la coppia rappresenta solo la sitcom che a dirla tutta era inguardabile…ma sto riscoprendo sketch del passato, niente male!

  13. cavallogolooso permalink

    io non ce la vedo questa influenza. Prendo atto (e ringrazio per la confidenza che ci viene regalata) dell’ispirazione che Leo dice di aver avuto ma… è RatMan a fare da paragone per gli esempi, ormai, per quanto mi riguarda. Ma forse perché tendo a “relegarlo” al fumetto… ma nemmeno: quando Ortolani scrive, scrive in rattese (non sempre: qui per esempio non l’ha fatto) … credo abbia iniziato con “va! va’ quante dita?!”
    Quindi evviva l’ispirazione e l’influenza subita, ma Ratman (e anche Cipo prima eh… ) ha un suo ritmo preciso, alcune espressioni basite … forse non sono invenzioni complete, ma il mix io lo sento ormai personale, suo, staccato da qualsiasi ispirazione avesse “dentro” il suo autore.

    Ovviamente questo per lebellestoriediunavoltachesiridevauncasino.
    ;-)

  14. valberici permalink

    Due grandissimi. :)
    Comunque, hai mai visto la versione sovietica dello Hobbit? Secondo me potrebbe essere fonte di grande ispirazione. :D

  15. riccardo rizzo permalink

    posso dire una cosa che non si usa piu’?
    La piu’ bella storia d’amore che ho visto in tv. Lei era bellissima, lui era alto ma non proprio un adone. Quando lo hanno detto a Sandra lei ha risposto “Raimondo e’ bello dentro”

  16. Una delle coppie comiche più fantastiche di sempre

  17. Gian Paolo Parenti permalink

    Quello che mi piaceva tantissimo di Vianello era quell’impressione che dava di trovarsi lì dove si trovava sempre un po’ per caso, e sempre con un misto di costernazione e di lieve malessere. Come se avesse di gran lunga preferito fare un altro mestiere, o passare la serata a casa, a guardarsi in pace la partita in Tv. Quell’atteggiamento, inserito nei fasti di un varietà televisivo “classico” o nella cornice finto-mondana di un “Telegatto” o, più in generale, nelle mode e nei modi di un’Italia “anni ’80” che passava direttamente dal bullone agli stilisti, diventava puro controcanto comico. Io ricordo ancora certi suoi confronti ravvicinati con Mike. Mike “americano” e aziendalista, adoratore degli sponsor e dei meccanismi della Tv commerciale, e Raimondo che lo fissava muto, con un risolino appena accennato. Io adoravo quella Tv (e ci metto la Rai, ma anche la prima Canale 5) perchè sapeva prendersi in giro, perchè aveva dentro di sé i virus e gli anticorpi, e proprio per questo sapeva addirittura farci sentire migliori. Quella Tv, con Raimondo e Sandra ma anche con Corrado e Tortora, e con Arbore e Baudo, viveva di contrasti e di cortocircuiti. Tortora giocava con il nazionalpopolare, ma lo faceva dall’alto delle sue coltissime letture. Arbore ribaltava i canoni della domenica televisiva, Corrado elevava ad arte lo spiritaccio romanesco. E in questo gioco di specchi (tra alto e basso, “serietà” e parodia), andava a finire che anche la Tv più “inquadrata” e convenzionale sentisse la neccessità di una tensione evolutiva. Credo, caro Leo, che la nostra generazione (io sono del ’68) abbia assorbito benissimo questa lezione (che la Tv ha completamente rimosso negli ultimi 20 anni). Tu hai il merito di averla applicata alla perfezione al tuo divertentissimo mondo disegnato. (E poi? Quali sono state le altre tue fonti comiche?)

  18. Lecca stivali della Sgnaccamaroni... permalink

    Leo, devi regalare una particina a Raimondo o a Sandra in uno dei prossimi albi, anche solo un piccolo cameo! Gia’ una volta mi hai pubblicato (Albo “Il soldato”…il Mario che chiedeva ad Elisa di sposarlo…cosa che poi e’ successa!) nella posta, se mi fai anche questo regalo mi eccito in tutti i modi permessi dalle leggi della dinamica… ;-)

  19. Gabriele permalink

    ahah!! mi ricorda il truffolone :)

    • Leccastivali della sgnaccamaroni permalink

      Eheheh, sarei curioso di vederlo in faccia ‘sto Truffolone! :-D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.881 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: