Skip to content

E VERRA’ IL GIORNO

23/12/2013

Amici,

 

grazie alla complicità di Marcello Cavalli, del Comune di Parma e di Panini Comics, sono lieto di invitarvi alla RAT-CON, la festa dedicata all’uscita del numero 100 di RAT-MAN.

 

min_Rat-Man 100_i

Era la primavera del 1997 quando arrivò in edicola RAT-MAN # 1.

A colpi di bimestralità, siamo arrivati a RAT-MAN # 100, che uscirà nel gennaio del 2014.

Ci abbiamo messo 17 anni per organizzare questa festa, è vero, ma c’è stato un problema con il truccabimbi.

 

E insomma un mese fa sono venuti da me e mi hanno fatto uscire dalla stanza dove ho fatto Rat-Man tutti questi anni, come in “OLDBOY”, dicendo che dovevamo festeggiare, che era un’occasione da non lasciare passare così, che sarebbe stato bellissimo e tante altre cose, mentre io sorridevo, coprendomi gli occhi per via della luce del sole, dicendo solo “Ah, sì!”, “Ah, sì!”, “Eh, perbacco!” Ma in realtà senza avere la minima idea di quello che stava succedendo.

 

Il numero 100 sarà quindi un numero particolare. Un numero in cui è bello prendere fiato, prima della salita finale.

80 pagine di storia a fumetti in un albo di 96 pagine, sempre allo stesso prezzo. Due euri e cinquanta.

Lo stesso prezzo dal luglio 2006.

 

Ma fare uscire il numero 100 non bastava.

 

Per capirci.

Per capirci.

E quindi ci sarà una festa.

 

Il RAT-CON.

 

La prima (e direi unica) convention dedicata al Ratto, a Parma. A Parma, dove Rat-Man è nato nel 1989, e dove risiede tutt’oggi, grazie alla presenza di numerose trattorie a conduzione famigliare.

 

E sentite un po’ cosa è saltato fuori:

 

“Modena, 20/12/2013. Il Comune di Parma, Casa della Musica di Parma e Panini Comics sono lieti di invitarvi al Rat-Con 2014: una grande manifestazione che radunerà i fan di Rat-Man di tutt’Italia a Parma, sabato 11 gennaio 2014, in occasione dell’uscita del centesimo numero di Rat-Man. Una giornata celebrativa piena di eventi e sorprese dedicata al famosissimo personaggio a fumetti di Leo Ortolani, in cui l’autore parmigiano incontrerà nella sua città giornalisti e lettori per ripercorrere l’entusiasmante storia della sua creatura.”

 

Vabbè, l’autore è pisano, ma parmigiano d’adozione come le mie figlie, del resto. Ma andiamo avanti, continuate a leggere!

 

Facciamolo sapere, ma con discrezione.

Facciamolo sapere, ma con discrezione.

 

“Il 16 gennaio uscirà infatti Rat-Man 100, un numero atteso da tempo che segnerà una svolta nella storia dell’eroe umoristico pubblicato da Panini Comics. Nato dalla matita di Ortolani nel 1989 come parodia del fumetto di supereroi, passato dal circuito dell’autoproduzione all’edicola, Rat-Man è diventato in breve tempo uno dei fumetti italiani più amati da pubblico e critica, raggiungendo una fama capace di competere negli anni, per tirature a affezione dei lettori, con quella dei personaggi più noti del fumetto italiano. Un successo determinato dall’eccezionale capacità di Ortolani di spaziare tra i generi, virando dal comico al drammatico a seconda delle esigenze narrative, creando un corpus di avventure ricco di citazioni e richiami alla cultura popolare. Marco M. Lupoi, direttore editoriale Panini Comics, ha dichiarato: “Ortolani, in RAT-MAN, è riuscito in un miracolo anomalo nel mondo del fumetto, ma che al verificarsi crea i veri fenomeni, quei titoli che attraversano le generazioni e i generi, e stabiliscono una nuova pietra di paragone.”

 

Che per un geologo, creare una pietra di paragone è il massimo della realizzazione. Finalmente la mia laurea assume un significato. Ma non è finita. Andiamo avanti che l’11 gennaio è appena iniziato:

 

“Sabato 11 gennaio Il Rat-Con si articolerà in diversi momenti e luoghi della città ducale.

Alle ore 10,30, presso la Sala dei Concerti di Casa della Musica (Piazzale San Francesco, 1), si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della mostra dal titolo RAT-MAN: 100 DI QUESTI NUMERI!, che ripercorrerà la storia del personaggio attraverso le 100 copertine di Rat-Man. Interverranno Leo Ortolani, Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, Laura Maria Ferraris, assessore alla cultura del Comune di Parma, Marco M. Lupoi e Andrea Plazzi, editor di Rat-Man.

Alle ore 11,30, alla presenza dell’autore, la mostra sarà inaugurata ufficialmente e verrà aperta al pubblico per le visite.”

 

Questo è forse il momento più intimo, tra un autore e la città che lo ha accolto e tenuto avvolto nella nebbia per tanti anni, portandolo a stagionatura come il Culatello. Il luogo è raccolto, la sala potrà ospitare circa 150 persone, con precedenza agli inviti. Dopo di che, alle 11,30 chiunque potrà ripercorrere la via crucis delle cento uscite di Rat-Man. La mattina alla Casa della Musica è quindi un momento per ringraziare Parma di aver fatto da sfondo alle mie avventure. O a quelle di Rat-Man, che spesso è la stessa cosa.

 

La Casa della Musica. Per entrare, bisogna suonare.

La Casa della Musica. Per entrare, bisogna suonare.

 

Poi, la festa vera e propria, quella dove al rat-segnale scateneremo l’inferno:

“Alle 16,00 Leo Ortolani si sposterà all’Auditorium Paganini (Via Toscana, 5) per incontrare i lettori. L’autore converserà con Marco M. Lupoi, Andrea Plazzi e Marcello Cavalli (autore (tra le altre cose, con Michele Ampollini, dei racconti brevi I miei ragguardevoli sabati sera), ripercorrerà la storia di Rat-Man e fornirà delle sorprendenti anticipazioni sul futuro del personaggio, rispondendo alle domande del pubblico. All’incontro parteciperà come guest star un grande artista, il maestro Stefano Bollani.”

 

No, dico… Stefano Bollani! Mica Pierin Della Faggiola, abile flautista corporale. Bensì Bollani, l’uomo che non considera mai il “piano B”. Ma continuiamo con il comunicato. No, dico… Bollani!

 

Bollani e Ortolani, quando si sono scambiati per gioco i vestiti, a Lucca Comics, nel 2009. Un successo senza precedenti per i rispettivi analisti.

Bollani e Ortolani, quando si sono scambiati per gioco i vestiti, a Lucca Comics, nel 2009. Un successo senza precedenti per i rispettivi analisti.

 

L'Auditorium Paganini by night.

L’Auditorium Paganini by night.

 

L'Auditorium Paganini by day.

L’Auditorium Paganini by day.

 

“Nel corso della manifestazione sarà disponibile un esclusivo volumetto a tiratura limitata con copertina inedita di Leo Ortolani, che conterrà l’inedito storyboard del primissimo numero di Rat-Man, con cui l’autore diede vita alla fortunata saga.”

Cioè questo:

 

Giusto una cosuccia. Un pensiero. Un cadeau.

Giusto una cosuccia. Un pensiero. Un cadeau.

 

“L’ingresso all’auditorium sarà libero fino a esaurimento posti disponibili”.

L'Auditorium Paganini e i suoi posti da occupare.

L’Auditorium Paganini e i suoi posti da occupare.

Il numero di posti disponibili è di 600 (seicento) posti.

Purtroppo, nonostante i valorosi sforzi, non è stato possibile attivare un sistema di prenotazione on line. Speriamo di potere accogliere tutti quanti. Nel caso, ci scusiamo in anticipo per gli eventuali disagi. Ma…attenzione! Proprio per il limite imposto dalla capienza dei posti in teatro, la festa non sarà solamente qui:

“L’evento sarà trasmesso via streaming nelle fumetterie che hanno aderito al Rat-Con e i lettori presenti nelle librerie potranno partecipare attivamente ponendo le proprie domande all’autore tramite Twitter, utilizzando l’indirizzo ufficiale Panini Comics @Agent_P e l’hashtag #Ratdomande.”

 

Per chi preferisce incontrare Cinzia in fumetteria.

Per chi preferisce incontrare Cinzia in fumetteria.

 

Che roba, eh? Nonostante abbia un cellulare del 1200, volevo far vedere che sono un uomo proiettato nel futuro. Un uomo che “fa sua la tecnologia con forza maschia”, come direbbe Beppe Fenzi.

A fine spettacolo, incapaci di limitarci, proveremo a fare contente più persone possibili, senza ovviamente riuscirci:

 

“A partire dalle 18,00, sempre presso l’Auditorium Paganini, Leo Ortolani si dedicherà anche ad una signing session per i suoi fan, in cui gli appassionati potranno farsi autografare l’albo speciale e avranno la possibilità di farsi “annullare” il volumetto  con un timbro prodotto appositamente per il Rat-Con”.

 

Come quando arrivi in rifugio, a 3000 metri di quota.

Come quando arrivi in rifugio, a 3000 metri di quota.

 

Alla fine della giornata, lo stesso Leo Ortolani distruggerà il timbro, rendendo di fatto le copie con l’annullo dei pezzi unici da collezione.”

Credo che lo masticherò. Oppure me lo intascherò con il trucco del “guarda là!”

Che distruggerlo, un così bel timbro, dispiace.

Sicuramente non lo useremo più, e di questo avete la mia parola di scout.

I nostri imbonitori proseguono con l’appello al sentimento:

 

“Siamo sicuri non vorrete perdere l’opportunità di partecipare a questa splendida giornata, organizzata da Panini Comics e dal Comune di Parma. Si tratta di un’occasione unica per festeggiare l’uscita del tanto atteso numero 100 di Rat-Man e celebrare un autore e un personaggio entrati di diritto nella storia del fumetto italiano.”

 

Segue l’inno nazionale.

 

E siccome mi piace ripetere le cose, come gli anziani, che l’età è quella, ormai, vorrei ancora sottolineare la cosa più importante, cioè che la RAT-CON è aperta a tutti quelli che vorranno partecipare, ma è limitata nel numero di posti, poiché l’Auditorium Paganini non può ospitare più di tante persone e sarebbe brutto che qualcuno arrivasse e non trovasse posto. Per via che siamo a Parma, l’11 di gennaio. Data non famosissima per la riapertura delle piscine all’aperto, quanto per una simpatica pista da pattinaggio su ghiaccio dalle parti da via Costituente.

Magari  creo un timbro apposta con la faccia di Rat-Man congelata e la scritta “IO C’ERO, MA NON MI HANNO FATTO ENTRARE”, da apporre SOLO agli albetti di chi è rimasto fuori!

 

Ma ripercorriamo con un brivido le iniziative concrete che troverete al RAT-CON!

 

Il numero 100 in ANTEPRIMA NAZIONALE, con allegato l’albetto a tiratura limitata “RAT-CON”, contenente la sceneggiatura della prima storia di Rat-Man (1989), completa di scene abbozzate e frasi tagliate dalla stesura finale.

Albetto e Rat-Man 100 saranno disponibili ENTRAMBI al prezzo di copertina del numero 100, cioè i due euri e cinquanta classici.

 

L’albetto RAT-CON sarà disponibile, allegato al numero 100, anche nei negozi che aderiranno alla festa e/o si collegheranno via telematica all’Auditorium, tipo Miss Italia, per intenderci, ma con meno stacco di coscia di quanto la mia figura snella possa far supporre.

 

Troverete in vendita una maglietta che celebra la RAT-CON, che se uno poi vuole vantarsi con gli amici di essere stato alla RAT-CON lo potrà fare, mostrandola fieramente e venendo automaticamente allontanato da ogni donna che cerchi un vero uomo. Diverso il caso per la ragazza che mostri fiera la maglietta della RAT-CON: agli occhi degli uomini che cercano una vera donna apparirà irresistibile. E a loro volta le mostreranno la loro, di magliette del RAT-CON, finendo, ahimè, automaticamente allontanati.

 

Alla moda.

Alla moda.

 

Chi non conoscesse Rat-Man e si trovasse alla RAT-CON perché soggetto a prenotazione compulsava con sindrome da presenzialismo, troverà albi e speciali a disposizione nello stand della Panini Comics che verrà allestito all’interno dell’Auditorium.

 

Per i più irriducibili, sarà presente anche lo stand della INFINITE STATUE, con le statue di Rat-Man e Cinzia, le prime due statue della “Infinite Collection”, la serie di statue dedicate a Rat-Man e al suo mondo.

 

A disposizione!

A disposizione!

Per chi volesse adottare, grazie al negozio POP STORE, sarà presente anche il libro “DUE FIGLIE e altri animali feroci”, per prepararsi ad affrontare ogni situazione legata all’ingresso in famiglia di due bimbe colombiane, senza riuscirci.

 

E tutte queste cose saranno presenti ANCHE nei negozi di fumetti che parteciperanno all’evento della giornata!

 

L’unica cosa che distinguerà la vostra presenza all’Auditorium di Parma sarà l’annullo.

Cioè un bel timbro che siglerà le copie dell’albetto “RAT-CON” che troverete allegato al numero 100. Capiamoci subito, che sennò poi si fanno le cose alla Venceslao: non è che con il timbro vi timbriamo TUTTO quello che ci presentate davanti agli occhi, compreso un passaporto del Congo belga, il foglietto della carta igienica usato poc’anzi e il permesso per entrare più tardi a scuola.

Vi timbriamo l’albetto. E immagino che ci sarà un bel banchetto apposta, dove qualche anima gentile si improvviserà “ufficio postale” per evadere tutta la corrispondenza.

 

La sessione di firme che inizierà più o meno alle 18.00, sarà un goffo tentativo di accontentare più lettori possibili. Che se non sono riuscito ad accontentarvi con cento numeri di Rat-Man, sarà difficile che riesca a farlo con una firma, ma ci proverò. A un certo punto ci butteranno fuori dal teatro e ci saluteremo. Se non riusciste a farvi firmare l’albo, vi chiedo di compatirmi per i miei limiti umani. Spero che il pomeriggio passato insieme sarà ugualmente un bel ricordo da portare con sé nei momenti più bui.

 

Quelli che inizieranno con Rat-Man 101 : CACCIA AL RATTO!

 

Prossimamente!

Prossimamente!

 

 

Grazie a tutti e a presto!

 

leo

 

 

About these ads
95 commenti
  1. Lea88 permalink

    Leo, ciao. Ma è normale che circoli già una variant del numero 100 di Rat-man in alcune fumetterie?

    • narnonet permalink

      Assolutamente falso.
      Chi parla di Variant non fa altro che riferirsi al numero 100 e basta. Non esiste una versione base o una limited, o una variant.
      Il numero 100 di Rat-Man Collection esce in una sola versione, ossia quello comprendente il numero 100 e lo speciale albetto commemorativo.
      Al massimo può avere il timbro annullamento ricevuto alla RAT-CON dell’11 gennaio

      Ciao

  2. Stefano permalink

    letto oggi il 100. che dire: coraggioso, spiazzante, intimista, geniale e anche un pò paraculo. Grazie di tutti questi anni di emozioni, Leo :D

  3. Oggi 16 gennaio 2014 esce ufficialmente il numero 100 di Ratman (già comprato) ed è anche il mio compleanno… quest’anno più che mai posso dire 100 DI QUESTI GIORNI :-D

  4. Erica permalink

    Ciao Leo, sono una studentessa di 21 anni, faccio una scuola di fumetto e sono all’ultimo anno. Non avevo mai letto i tuoi fumetti, e dire che continuavano a parlarne, continuavo a vederli in edicola o in fumetteria, ma non ho mai preso un Rat-Man in vita mia. Mai ho fatto errore più grande, perchè ho letto il numero 100 come primo numero di Rat-Man in assoluto. Mi sono commossa. Mi è piaciuto tanto. Volevo ringraziarti, poi io sono un esserino insignificante e probabilmente ti scriveranno a migliaia ogni giorno. Però Grazie di cuore, per quel numero 100.
    Erica

Trackbacks & Pingbacks

  1. Leo Ortolani scrive della Rat-Con | Official Rat-Man Home Page
  2. Tutti pronti per la Rat-Con! - BadComics.it
  3. Il Canto di Imizael » Blog Archive » Fanciullino e Bimbaverde alla Parmigiana!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.882 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: