Skip to content

COME NON DETTO

19/10/2012

Dai, che apriamo.

Eh! Son giorni che provo a postare, ormai sono pronto! Bello impetuoso come Luke Skywalker su Dagobah, in provincia di Viadana. O forse no, ma la nebbia è la stessa.

Forse non sono nemmeno pronto, forse non ho fatto tutto quel che c’era da fare, non c’è ad esempio lo zerbino. Uno che entra nel blog dove si pulisce i piedi? E come benvenuto non è nemmeno quel granchè, poche patatine, due cocacoline, qualche biscotto. Come se lo aprisse mia zia, questo blog. Almeno lei metterebbe dei piattini sotto il mouse.

Io, dovete scusarmi, sono un po’ così, un po’ naif, di solito mi butto un po’ a corpo morto nelle cose che mi piacciono, e infatti, invece di star lì a lavorare e a scrivere che poi consegno in ritardo, mi sono dato al blog.

 Per prima cosa, volevo ringraziare Andrea Plazzi, che mi ha aiutato ad aprirlo. Andrea, per chi non lo conoscesse, dovrebbe conoscerlo.  Andrea non solo mi ha aiutato con questo blog, ma solitamente mi aiuta da anni con quello che pubblico, che io sono fumettista, lo sapete già, magari non tutti lo sapevate, ma se siete venuti qui i casi sono tre. O siete mia moglie Caterina, che la costringo a leggere come sono divertenti le cose che scrivo, e da qualche tempo so che si sta organizzando con un avvocato, oppure siete dei lettori di RAT-MAN. E se siete dei lettori di Rat-Man, per osmosi o per sillogismo, o per quel che vi pare, sapete anche chi è Andrea Plazzi.  Andrea. Un uomo che si domanda come mai sulle scatole di Togo ci sia scritto “confezione richiudibile”.

Terzo caso, vi siete persi nella rete cercando importanti contenuti. Contenuti dentro un reggiseno della quinta misura.

 Come seconda cosa, volevo ringraziare Stefano Munarini e Marco Cecini, della Panini Comics, che mi hanno aiutato con il primo dei miei esperimenti in rete, e non sto parlando di quelle foto che adesso circolano su www.nakedfumettisti.org  che sono sempre fonte di sincero imbarazzo, ma di TEMPO PERSO, la rubrica che ho tenuto nei labirinti del sito di Panini Comics per un po’. Per l’esattezza qui: http://www.rat-man.com/site/it/it/home.ashx

 Ora TEMPO PERSO si trasforma in COME NON DETTO, che ne raccoglie il testimone e lo trasforma in qualcosa di più. O di meno. O di per. Mi fermo qui, perché se una gag non funziona, inutile andare avanti.

Così, su COME NON DETTO ci saranno sostanzialmente tutte quelle cose che spesso passano da queste parti, cioè dentro la mia testa, poi non trovano sostanzialmente niente, nemmeno una piazzola di sosta, solo chilometri e chilometri di nulla, e tirano dritto, uscendone alla svelta.

E all’uscita ho messo il casello di COME NON DETTO, per cui devono fermarsi e lasciare su questo blog un segno del loro passaggio. Prima che si attrezzino con telepass, qualcosa vedrete che lo mettiamo, qui sopra.

 E allora via di approfondimenti di storie in corso, via di bozzetti gettati per caso su un foglio, che poi lo giro è quel documento importante che dovevo portare dal notaio, la solita figura di merla.

Via di avvisi su incontri, su progetti, anche morti prima di vedere la luce, su prodotti che magari sono usciti, poi non sono più tornati, sono anche un po’ preoccupato che ormai è buio.

 Bene. Non credo nemmeno di avere detto tutto, ma non importa, ci sarà modo di farlo. Magari, se avete domande o curiosità, me le scrivete al solito indirizzo, leortola@tin.it , chissà che non meritino un bel post. Con tanto di bozzetto inedito o di dietro le quinte.

 Prossimamente, parliamo di altri posti internettosi dove si trova Rat-Man, tipo il sito ufficiale  www.rat-man.org , di Lucca Comics & Games, o dovrei dire Lucca Games & Comics, parliamo di ALLEN, parliamo di NUMERO 100 e altre leggende metropolitane. E di Jack Kirby, bene o male, parleremo sempre, visto che se non era per lui, forse non avrei fatto fumetti, e quindi l’immagine di apertura viene da una sua cover de GLI ETERNI, che poi è questa qui sotto.

 

Ora vado a cercare di togliere quelle foto da www.nakedfumettisti.org , soprattutto quella con il pompelmo e le manette.

Benvenuti e a presto,

leo

p.s. Non ditemi che davvero avete provato a cliccare su nakedfumettisti, eh? Ma soprattutto non ditemi che lo avete fatto per vedere il pompelmo.

136 commenti
  1. Simone O.O permalink

    ciao Leo..la prima volta che ho letto di rat-man sono finito in ospedale a causa dei crampi procurati dalle risate. grazie al cielo il pronto soccorso era li dietro l’angolo. ancora oggi quando la mia “ancora fidanzata” mi sente ridere da solo come un imbecille si preoccupa per la mia salute ahahah. detto questo, voglio ringraziarti per il movimento fisico che mi fai fare spanciandomi ogni volta (che è l’unico che faccio). una pacca sulla spalla…Simone

  2. Buongiorno Leo o chi si occupa del blog.

    Volevo da tempo scrivere e finalmente (spero) grazie a questo blog, posso far sentire la mia voce.

    Sono uno dei tanti fan di Ratman con l’unica differenza, rispetto ai miei colleghi, che vivo all’estero!
    Ma perché non vendete online anche la versione digitale dei fumetti di Ratman?
    A parte i fattori ecologici in merito a carta inchiostri etc., con una versione digitale potete raggiungere molte più persone.

    Oppure un App con abbonamento mensile e la libera lettura online, senza il download, della serie.

    Spero veramente un giorno di vedere un’evoluzione in merito perché mi piange il cuore che mi sto perdendo tutte queste serie.

    Grazie e buon lavoro

    Filetto le gambe e sono nel vuoto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: