Skip to content

La GRANDE TRISTEZZA

03/03/2014

Prendo a pretesto la bella vittoria del film di Sorrentino, per fare un titolo un po’ a effetto, che richiami gente. L’avrei  intitolato “Tette aggratis”, ma poi non sarebbero venute a leggere le donne.

Donne, leggete anche voi! Aggratis, ovviamente.

Essendo IL Vecchio, come gli anziani la prendo da lontano, inceppandomi su particolari poco importanti al fine del racconto, come faceva mio nonno, che cercava di ricordare dei nomi di persone per raccontarmi una cosa che gli era successa, e stava lì dei minuti a cercare se il tale si chiamasse Gavardelli o Mantegazza, mentre il racconto languiva nel nulla, solo adesso capisco che non cercava di ricordare per dirli a me, ma lo faceva per se stesso. Comunque.

E’ una bella estate di tanti anni fa. Quanti? Tanti, fidatevi. Siamo in collina, sopra Langhirano, nella nota discoteca “L’Arena dei Pini”.

Una serata come tante, con bella musica, bella gente, e un ruolo da tappezzeria gestito con la mia consueta professionalità.

E due tavolini accanto a me c’era questa donna (magari aveva 25 anni, ma io ne avevo molti meno, quindi per me era una donna), e questa donna era IDENTICA a Ivana Spagna, quando spopolava con CALL ME. Non ve la ricordate tutti, vi allego una foto dell’epoca e magari pure il video.

Ma uguale!

Proprio così, giuro.

Proprio così, giuro.

Impressionante!

Non era Ivana Spagna, perché Ivana Spagna in un posto così non credo avrebbe mai messo piede, soprattutto allora, che era all’apice della sua carriera, e quindi era una donna che era appassionata di Ivana Spagna e andava in discoteca, truccata e vestita da Ivana Spagna e si sedeva da una parte ad aspettare chissà cosa o chissà chi, siamo in una discoteca per ragazzi di paese, mica alla notte degli Oscar, e i ragazzotti più intraprendenti le si sedevano accanto e le dicevano, ma lo sai che sei simile a Ivana Spagna? E lei li guardava come se non esistessero, epperò dentro, secondo me, cantava CALL ME e si sentiva grande.

La grande tristezza, appunto.

Perché uno vorrebbe fingere di essere un altro?

Perché questa cosa di travestirsi, di trafugare l’identità di qualcuno, giusto per sentirsi importante?

Perché non le bastava essere Gianna Frescotti, per esempio? Certo, Gianna Frescotti non ha scalato le classifiche della canzone internazionale, ma chissene, come direbbe la Lucy. Magari Gianna Frescotti è una persona simpaticissima, piena di talento per l’intaglio del legno o appassionata d’arte, parla tre lingue, gira il mondo, fa cose che magari fanno anche tante altre persone, ma siccome SOLO LEI è Gianna Frescotti, ha un modo di farle, una particolarità nel parlare, nel muoversi, nel sentire, nel trasmettere, quelle cose, che lo fa soltanto lei. Lei e nessun altro.

Ora, perché uno, con tutta la passione da lettore di leo ortolani, intendiamoci, quella non la metto in dubbio, ma non è quello il discorso, perché, dicevo, uno deve crearsi un account di TWITTER come “leo ortolani” e parlare al mondo attraverso questa mascherata? Perché, se NON SEI leo ortolani?

Questa persona che da adesso chiamerò Ivana Spagna, visto che non so chi sia o cosa cerchi dalla mia Arena dei Pini, ha registrato il suo bell’account e parla. Tuitta, come si dice, di cose PER ORA anche innocue. Tipo che mancano tot giorni all’uscita dell’albo RAT-MAN GIGANTE numero 1 o altre cose del genere. PER ORA. E se un giorno gli venisse il vago desiderio di dire altro?

Tipo, che so, che a leo ortolani piace THE AVENGERS? O che vota il tale partito? O che si mette le dita nel naso mentre è al semaforo?

Perché vedi, Ivana, io non ce l’ho nemmeno con te, che mi hai rubato il nome per dire cose che giustifichi mettendo “fan made page”, ma con chi te lo lascia fare.

Perché se leo ortolani non ha voglia di andare su twitter, perché mai dovrebbe andarci uno al posto mio? Su facebook c’è una mia pagina ufficiale, gestita da amici carissimi, a cui ho dato incarico di gestirla, non avendone il tempo, personalmente. Ma tu, Ivana, non mi hai nemmeno chiesto il permesso, di potere parlare a nome mio. E poi, a parte CALL ME e THE CIRCLE OF LIFE versione italiana, io di te, Ivana, non so niente. Niente. Mia moglie ha un account twitter e ti ha chiesto cortesemente di contattarmi, ma non l’hai mai fatto. Forse eri in studio a registrare una nuova canzone?

E in pratica, se domani mi pungesse vaghezza di andare su twitter, twitter mi direbbe che l’account “leo ortolani” è già preso, e di scegliermene un altro.

A questo punto, Ivana, capisci che ho davvero bisogno di sapere chi sei, per potere usare il tuo nome e usarlo come account.

Mi pare giusto, no?

Tu usi il mio, fammi usare il tuo, visto che il mio lo usi tu e io non posso usarlo.

Ma tranquillo.

Metto in bella evidenza “fan made page”.

Ah, dimenticavo, mi serve anche una tua foto per la pagina iniziale.

Grazie in anticipo.

Nel frattempo, se qualcuno trovasse in giro uno che tuitta a mio nome, abbia pazienza, non state a rituittarlo, perché non sono io.

A meno che non siate dei fan di Ivana Spagna, si intende.

46 commenti
  1. Eh, la tecnica sta nello scoprire chi sia e fingersi lui su tu-ittà. ^_^

  2. Mettiamola così, se Ivana Spagna ti fa il profilo su twitter lo fa per stima, no?

    • Chris E.T. permalink

      Ma anche no. Ci sono tanti modi per dimostrare la stima che non spacciarsi per “lo stimato”, no?

      • Sí, hai ragione, volevo solo fare l’avvocato del diavolo.

  3. Antaress permalink

    Riesci a far ridere anche su una cosa irritantissima come questa, il che ti fa onore….ma una bella segnalazione io la farei, in caso non avessi ancora provveduto. E, se non basta, magari anche due righe su carta intestata di un avvocato (questa potrebbe essere deformazione professionale, lo ammetto…)😉
    http://support.twitter.com/groups/56-policies-violations/topics/238-report-a-violation/articles/20170299-come-segnalare-account-di-impersonificazione#

  4. ammazza oh, che tristezza davero davero😦 ma questo qui una vita sua non ce l’ha? avrà uno sdoppiamento di personalità e penserà di essere te O.o azzardo il momento della scoperta dell’esistenza di questo immenso geGnio: tua moglie che scrive al quel contatto tuitterr “vai a lavare i piatti” e poi ti viene a sgridare perchè tu ovviamente non hai potuto leggerlo😀 e come minimo, questo qui, per farsi perdonare, deve lavarti i piatti di tutto un mese😀

    • Fabry permalink

      purtroppo è cosa comune… come per i domini internet, registrarsi sui vari social network o registrare il dominio di persone famose… sono cose che succedono da una vita, l’unica è registrare tutto il registrabile prima che lo facciano altri e poi non utilizzarli.

  5. Fabry permalink

    Sei il solito genio Leo… XDXD riesci a dire le cose serie anche a Ivana Spagna…🙂
    Stima!

  6. Beh, a quanto pare ha letto ed ha cancellato il profilo. Pensiamola in bene, via, magari lui/lei pensava davvero di rendere omaggio, senza malizia. Errori di gioventù, magari? Dai, mo’ però Leo fatti l’account col tuo nome finché è disponibile, e rinuncia a quei 10-15 minuti di sonno quotidiano per aggiornarci pure da lì😉

    • narnonet permalink

      Ahhhh… Ecco perchè non lo trovavo più.
      Eggià, probabilmente ha capito che non era più il caso di insistere.

      Ciao

  7. Laura permalink

    Caro Leo, alla mia generazione sta capitando tutti i giorni. Ne succedono veramente di tutte sul web e per difendersi ci sono ben poche garanzie, sia su chi dovrebbe tutelarci, sia sui metodi.
    Per questo, non ho Facebook. Né Twitter (anche perché non ho mai niente di interessante da dire, faccio sempre le stesse cose!). Penso però che sia solo un ragazzino che non sa ancora gestire i propri…mi viene in inglese, behaviours. Se fosse stata cattiveria, lo avresti visto subito.

    Come nel caso di un ragazzo che conosco. Anche se non penso sia stata cattiveria ma una sorta di rapimento con riscatto.

    Poco prima della nomina di quello che poi è diventato Papa Benedetto XVI, aveva, per scommessa, aperto un dominio col nome per intero di Ratzinger.
    Immaginando anche, perché non ne ha fatto mistero, di guadagnarci nella vendita del suddetto dominio, si è seduto ed ha aspettato che il Conclave gli facesse guadagnare qualche migliaio di euro.

  8. ratteo permalink

    Ho sentito che il marito di Ivana Spagna stia cercando di mettersi in contatto con te, pare che non le piaccia il fatto che divulghi il suo passato da Gianna Frescotti…😉

  9. Marat65 permalink

    hai tutta la mia solidarieta’ leo.
    la rete e’ piena di cretini…pardon…ivane spagne.

    mi hai fatto venire in mente il mio idolo Kimi Raikkonen che alla domanda della giornalista
    che gli chiedeva il nome del suo account twitter lui,nell’epoca del tutti connessi a ogni costo specie se sei un volto noto,rispose:
    “I dont have twitter”🙂

  10. Io non capisco questa cosa di usare un social network sotto un altro profilo.
    Forse invece lo capisco, perché la persona che lo fa è vuota e nella sua “inutile” vita non è mai riuscito ad ottenere un briciolo di sicurezza. Quindi perché non farlo sotto un altro nome famoso, spacciandosi per chi non sei e magari essendo felice per una stupida ed inutile pagina di uno stupido social network.
    Dire che mi fa pena è un eufemismo, direi proprio che è un poveretto.
    Vado a farmi un caffè con Rambo. Quello vero.

  11. GiuGioLo permalink

    Leo, tu sei un barone.
    Un po’ come il Barone Causio, dentro e fuori dal campo, solo che il calcio non è il tuo campo.

  12. beppus1968 permalink

    Anche io credo sia stato fatto in buona fede… Chiedere prima, però, non sarebbe costato nulla e ci si sarebbe risparmiati una figuraccia!

  13. alessandro93g permalink

    Leo, ma alla fine lo hai finito di vedere il film di Sorrentino?

  14. phoenixfan permalink

    Quindi, se ho ben capito, dietro al profilo di Ivana Spagna su Facebook in realtà c’è Leo? Che delusione.
    Magara scopro che “Gente come noi” a Sanremo L’ha cantata Lui!

  15. Lilith permalink

    Magari ha chiuso dopo aver raggiunto il suo scopo: che tu parlassi di lui😀

  16. edoardo permalink

    Leo nessun problema se vuoi andare su twitter puoi sempre usare l’account agenda comics o leonardo manera

  17. Kurtpenter permalink

    Ok, lo ammetto… sono stato io!!! No, scherzo, ma era troppo forte il desiderio di spacciarsi per uno che si spaccia per Leo Ortolani!😄

  18. non so cos’è un’Ivana Spagna

  19. non voglio dire niente, ma secondo me avresti ottenuto più lettori scrivendo “soldi aggratis”…però qua ti saresti compromesso, almeno economicamente ^__^

  20. this’s internet, baby
    Scherzi a parte, hai involontariamente citato quasi testualmente un vecchio comizio di Grillo

  21. Barack Obama permalink

    I feel pity for the identity thief

  22. coolflame permalink

    So che sono offtopic Leo, ma… Hai mica visto Snowpiercer?🙂

  23. La cosa bella è che molti commenti chiedono a Leo pareri su film, me compreso.

  24. E se fosse stata una cosa alla Rat-Files? Quando ho letto nei commenti “sdoppiamento di personalità” non sono riuscito a pensare ad altro…

  25. Phil permalink

    io volevo solo ribadire che…la grande bellezza….è una cagata pazzesca!!

  26. L’ha ribloggato su SKYDiario.

  27. Giuseppe C. permalink

    Art. 494 Codice Penale – Sostituzione di Persona!

  28. Luca permalink

    Un consiglio? “hackare” (scusate, sono a conoscenza di quanto sia orrendo questo inglesismo) l’account incriminato, cambiarne la password e chiederne la disattivazione. Non facilissimo, forse un po’ illegale ma efficace. Quanno ce vo’ ce vo’.

  29. LeChuck permalink

    Voglio credere anch’io alla buona fede del tipo.
    Comunque, non per dire, ora l’account è stato rimosso quindi @leo_ortolani è libero…
    Io non dico nulla…😛

  30. Lorenzaccio permalink

    …per la cronaca: Giannina Frescotti lavora al Carrefour ed è felicissima
    https://www.facebook.com/yanina.frescotti

    Poi dico io, avesse scelto di spacciarsi per Quentin Tarantino…
    …sia chiaro Leo, io voglio più bene e stimo più te ;-)))

  31. Fossi in te, mentre decidi se iniziare a twittare o meno, occuperei l’account “Gianna Frescotti”…

  32. Ma sarà davvero libero il dominio? Quello che voglio dire è: quando si chiude una pagina su Facebook, la pagina non viene davvero chiusa, ma viene mantenuta in archivio nonostante non sia più leggibile da nessuno pubblicamente. Se Twitter ha lo stesso metodo di archiviazione (non ne ho idea) potrebbe essere che la pagina twitter @leo_ortolani non c’è più, ma magari qualcun’altro non può aprirne una uguale… perchè già esistente nei loro files! Io cercherei di capire questa cosa…

  33. Succede di continuo da sempre.
    Di solito dicono “è il costo della notorietà”!
    Una volta c’era chi registrava i domini web con nome di gente famosa così poi la celebrità doveva pagare il tizio per prendersi il dominio. Ma lì era solo questone di soldi.

    Sui social-cosi è più un sistema patetico per fare qualcosa di insolito per chi si annoia a morte nella sua di vita.
    C’è anche chi apre account per stima ma di solito non si finge la persona. Apre pagine con nomi tipo “Rat-man fans”, “La città senza nome”, “La pagina del Leo” e tutti giochi di parole così!
    Non si spaccia per la celebrità.

    Consiglio che ti hanno gia dato tutti e io rincaro la dose: Fermalo immediatamente. O potresti finire nei guai indirettamente. Prima o poi il bimbominkia potrebbe annoiarsi del giochino innoquo , diventare pesante e scrivere cose orrende nella sicurezza (mal riposta) di essere non rintracciabile su internet.

  34. Luca Regazzi permalink

    Caro Leo, a essere prsonaggi famosi succedono anche queste brutte cose… personalmente trovo che chi fa questi plagi debba essere preso a bastonate… ma scherziamo? La mia identità è mia e basta… fagli causa, muovi gli avvocati, spellalo vivo… sono cose gravissime che non meritano pietà, fidati..

  35. Dopo aver implorato in tutte le classifiche “call me, baby baby call me now” senza successo Ivana Spagna ha deciso di prenderti per il bavero. Solo che non ha afferrato proprio il bavero, neanche sta sul davanti e neppure sulla parte alta del corpo…o_O (intercetta il mariuolo)

  36. Vai tu a capire Ivana Spagna. Io appena ho letto questo post ho rimosso il profilo farlocco (ahimé lo seguivo). Adesso ho solo paura che la mia pagina sia gestita da Umberto Balsamo.

  37. elenafanelli permalink

    oh dite tutti che leo_ortolani non c’è più ma a me me lo dà ancora e per di più con scritto fumettiere e non fan pofi pofi nella descrizione. Che devo pensare? Che Leo si è ripreso l’account? Che il tizio ha deciso di scazzare? Che Ivana Spagna c’ha messo l’avvocato?

  38. Ahahah il pezzo sul tizio che ti ha rubato il nome su Twitter mi fa morire! Grandissimo come sempre🙂

  39. Michele permalink

    Ah … e io che credevo fosse Trunks ma non sapeva scrivere Trunks (con rispetto eh! per Trunks)🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: