Vai al contenuto

E buona notte.

Se esco vivo da questi due mesi, posso definirmi davvero il più grande autore Marvel vivente. Nel vero senso della parola. Ma nel frattempo, giù con la schiena e scavare. Che quando sento “12 ANNI SCHIAVO” mi viene da dire “E basta? Sfaticato.”

Allora, per non far sembrare che non vi pensi, in vista della Pasqua, vi lascio questo simpatico filmato che mi ha segnalato il Beppe Fenzi.

Ora, ve lo dico subito, è una delle cose più spaventose che abbia mai visto, e io ne ho viste tante, inutile che adesso facciate a gara a dire “Ah, ma e allora questo film qui?” “E questo, invece, che ne dici?”…Come direbbe Lucy Maria “Chissene.”

Questo, dura due minuti e ti fa cacare in mano, quindi procuratevi almeno un guanto in lattice.

MA SOPRATTUTTO NON GUARDATELO se non siete abituati a film dello spavento, se state per andare a dormire e se stanotte dovete dormire da soli.

Io, vi ho avvisato, eh?

Che ieri sera, a ripensarci, mi veniva la pelle d’oca.

Cosa c’entri con Pasqua, non lo so, ma era un modo diverso per farvi gli auguri.

Il filmato lo trovate a questo indirizzo.

http://ohnotheydidnt.livejournal.com/86794231.html

 

 

 

A passi da GIGANTE

E’ uscito oggi il secondo numero di RAT-MAN GIGANTE, la ristampa della serie di Rat-Man piena di aneddoti e altre simpatiche iniziative della memoria. Tipo che vostro nonno inizia a raccontare di quando c’era la guerra e non smette, ma con meno pause dovute all’alzheimer.

La cosa bella è che a curare questa ristampa particolarissima a me pare di tornare indietro di 17 anni, e mi ricordo tutto come fosse adesso, mentre le cose di adesso me le ricorderò tra 17 anni.

Così, mentre mi toglo lo sfizio di fare le copertine nuove, come fossero quelle della Corno:

 

RMG2

 

Contemporaneamente posso scrivere quello che succede dietro le quinte della realizzazione di ogni storia, come nel caso de L’IMMUTABILE DESTINO, di cui vi incollo qui di seguito il testo, a mo’ di esempio.

Engiòi.

L’IMMUTABILE DESTINO!

 

La seconda volta che mi viene chiesto di accostare un personaggio MARVEL a RAT-MAN, potendo scegliere, non ho dubbi. Affianco il mio irritante personaggio al più grande “cattivo” della storia dei supereroi. Le gag sono assicurate e per tanti questa diventa la storia più divertente di RAT-MAN.

Come è già successo per la storia LEGAMI DI SANGUE! e come accadrà anche per le storie che vedono tra i protagonisti un personaggio di cui non deteniamo i diritti, il co-protagonista è stato modificato, anche graficamente, in modo da suggerirne l’originale, senza citarlo. Mi auguro che la storia risulti ugualmente godibile.

 

Come dicevo, per questa storia scelgo senza alcuna esitazione di utilizzare la tragica e maestosa figura di Destino, il mio personaggio preferito fra tutti quelli della MARVEL. Anche dei FANTASTICI QUATTRO.

Ricordo che subito dopo questa storia, in cui sentivo di avere dato tutto, scrissi L’INCREDIBILE IK che invece, forse per avere le batterie scariche, risultò riuscita a metà. Ma di questo ne parleremo prossimamente.

Credo che Destino mi abbia sempre affascinato perché l’ho conosciuto durante l’adolescenza. Quel periodo di vita dei giovani in cui, se unisci con un pennarello i brufoli sul viso, ottieni il disegno di uno che pesca e per questo motivo sono insopportabili.

E forse sognavo proprio di indossare una maschera anch’io che, all’epoca, bello, non è che fossi bellissimo, diciamo che ero un tipo di lemure. Uno di quelli che Darwin li aveva visti, si era girato dall’altra parte. O forse erano per via di quei proto-baffetti disperati che mio padre non voleva che mi tagliassi, al grido di “avrai tutta la vita, poi, per raderti”, e che mi facevano sperare che la bella della classe avesse un debole per i mongoli.

Così mi sentivo, allora. Come Destino. Dotato di grandi poteri che un giorno il mondo avrebbe riconosciuto con timore, e tutti si sarebbero inginocchiati di fronte a me! Lemure Primo! Signore di tutti i mongoli!

 

 

L’ambientazione del monastero tibetano, ricollegabile alle vaghe origini del personaggio di Destino, è una scelta narrativa che mi lascia libero di raccontare quello che voglio. Anche che lui sia andato lassù per esercitare la meditazione e diventare buono. Peccato che gli mettano in stanza un imbecille.

L’accoppiata “figura maestosa e tragica” e “imbecille” è sempre stata la migliore, per generare umorismo.

Io l’ho usata spesso, sempre con ottimi risultati, basta pensare a 299+1, con Leonida e Skrotos, o anche semplicemente a Janus Valker con il figlio Deboroh.

Per scriverla, non è difficile. Basta mettersi nei panni dell’imbecille, e anche in questo, grazie a Dio, sono naturalmente avvantaggiato.

Ma forse non è solo l’imbecille, che fa ridere. Forse è anche l’atteggiamento maestoso e/o disperato che può far scattare la risata irriverente, se portato oltre una certa misura.

Come la volta che, durante una campagna geologica, siccome eravamo tutti universitari, gente che un giorno avrebbe dovuto decidere se quel versante era pericoloso per il paese sottostante, o se il terreno era adatto per costruire l’ospedale pediatrico, ogni sera, in albergo, ci tiravamo addosso delle secchiate d’acqua, così, per esorcizzare tutta quella responsabilità futura.

E un gruppo di tre vigliacchi, tra cui io, si era barricato in camera, per paura che ci allagassero i letti.

Siccome eravamo vigliacchi ma poco intelligenti, qualcuno di noi, ingannato dal trucco della zampa imbiancata con la farina, aveva aperto la porta ai lupi, credendo fosse mamma pecora e questi mi avevano scaraventato una cassa di diciotto litri d’acqua potabile sulle lenzuola.

Ecco, in quel momento, la mia maestosa disperazione mi aveva portato a gridare verso il cielo, con i pugni alzati, esattamente come in un fumetto di Destino.

E il vice vigliacco, il giorno dopo, mi confessò che tutto ciò gli era parso molto ridicolo.

 A distanza di tanti anni dalla sua prima pubblicazione, questa storia ha lasciato nell’immaginario collettivo di almeno cinque lettori, quell’uso di gridare “METALLO! METALLO!” a chi ha detto un’eresia. E il nome di Susy Gorgoglio, la diva delle notti di “Su l’antenna!” un omaggio a certe trasmissioni televisive del tempo, che allora c’era “COLPO GROSSO”, dove belle ragazze si spogliavano se perdevano a carte, e poi andando avanti, per motivi di budget, avevano eliminato le carte.

 

RAT-MAN GIGANTE 2, aprile 2014, 64 pagg. B/N, due euri e mezzo, spillato, gigante (lo dice anche il titolo), MENSILE (lo scrivo grande perchè è la vera novità, per Rat-Man). In questo numero: LA MINACCIA VERDE! – L’IMMUTABILE DESTINO!- TOPIN, the wonder mouse! e ancora gli articoli “C’E’ RAT-MAN PER TUTTI!” e le schede di ogni storia pubblicata, con bozzetti, dietro le quinte e racconto di battaglia della realizzazione della storia.

 

Per chi fosse di Torino, ci vediamo al negozio POP STORE di via Bertola, dalle 16 e 30 di sabato 12 aprile!

 

Giorni che era meglio stare a letto. Con Mystica.

Mi passano gentilmente questo trailer, magari vi interessa.

 

CAPTAIN AMERICA the Spring Soldier

Tranquilli, non ci sono spoiler, e se ci sono, sono ben nascosti anche a me stesso.

Godetevela, prima che arrivi VACANZE DI NATALE NELLA GALASSIA.

cap 01

Copia di cap 01

cap 02

Copia di cap 02

cap 03

Copia di cap 03

cap 04

Copia di cap 04

cap 05

Copia di cap 05

cap 06

Copia di cap 06

cap 07

Copia di cap 07

cap 08

Copia di cap 08

Domani…

…scade l’embargo.

cap-ensemble-poster-cab6e

 

 

Su cineMAH.

Domani.

Paura, eh?

FIERAMENTE!

Concentro qui un po’ di cose, che oggi è una di quelle giornate che vabbè, ma domani almeno mi riposo (risate registrate).

CARTOOMICS!

Ultimi avvisi e rettifiche.

SABATO 15

Dalle 14.00 sarò al PALCO LIVE (si scriverà così? con MMLupoi e voi, se venite all’incontro. Dopo di che c’è questa cosa, alle 15.00, chiamata HALL OF FAME e finita quella sarò allo stand Panini per firmare i vostri (e miei) albi. Ci sarà da procurarsi un numero che distribuiscono allo stand, per entrare nella schiera dei 50 che riceveranno l’autografo (e i primi dieci, anche un disegno). Alle 17.00 devo scappare che ho un impegno con Sky Cinema. Non voglio dare false speranze, ma se finiamo con i 50 estratti dalla fortuna prima delle 17.00, ovviamente continuerò a fare firme fino a quell’ora.

DOMENICA 16

L’incontro allo stand Panini è dalle 12 alle 13. conto di fare 30 autografi, ma se finisco prima delle 13.00, continuo.

Dopo di che, mi dovete perdonare, ma devo tornare a casa dalle bimbe, che zia Elisabetta e zio Paolo santi subito, ma bisogna che li liberiamo.

Sempre a CARTOOMICS:

02 FEBBRAIO RMC 101

 

 

Già che c’eravamo, ci portiamo dietro anche il RAT-MAN 101 “L’ORA PIU’ BUIA”, che inizia una nuova, lunga storia diretta verso quel numero finale di Rat-Man di cui io stesso, ormai, ignoro il giorno e l’ora. O anche il numero. Diciamo che si comincia a finire.

Sempre a CARTOOMICS:

 

FdC-224

 

 

Rat-Man in esclusiva per Fumo di China

in anteprima il n.224 alla fiera Cartoomics

In anteprima alla fiera di Cartoomics (Pad. 8 – Stand H43) nei padiglioni di Rho Fieramilano da venerdì 14 a domenica 16 marzo 2014, insieme al nuovissimo Annuario del Fumetto 2014, la rivista Fumo di China presenterà il n.224 di marzo, con copertina inedita di Leo Ortolani.

Rat-Man sarà infatti protagonista dell’editoriale della rivista edita da Cartoon Club (organizzatrice dell’omonimo festival internazionale d’animazione di Rimini) e soprattutto del dossier realizzato dall’esperto Egisto Quinti Seriacopi a partire dal clamoroso successo della Rat-Con dello scorso 11 gennaio che ha festeggiato i 100 numeri della bimestrale Rat-Man Collection con una mostra di tutte le copertine.

Il dossier comprende inoltre un ricordo dei primissimi articoli sul personaggio e un lungo profilo sorprendente anche su Lorenzo “Larry” Ortolani e la sua colorazione del “Ratto col muso di scimmia” più famoso del mondo, una testimonianza appositamente realizzata dal fan d’eccezione Stefano Bollani, nonché disegni inediti sulla nuova collana “filologica” di ristampe Rat-Man Gigante che l’autore presenterà e firmerà allo stand Panini Comics.

Allo stand di Fumo di China sarà inoltre visibile il manifesto della XXX edizione del festival Cartoon Club del prossimo 4-27 luglio 2014, realizzato e colorato da Leo & Larry Ortolani dopo quello realizzato del 2001, il loro primo per una manifestazione culturale.

 

Se poi vi interessa, in edicola trovate ancora questo:

10 FTV COVER RATMAN

 

 

Intanto che guardate cosa c’è in tv o cosa danno al cinema, se poi non ci fosse da vedere niente di interessante, al limite vi leggete un’intervista su Rat-Man.

 

E adesso mi fermo qui e ci vediamo direttamente domani!

ciaoooo!

Oggi volevo essere felice

Volevo dirvi che è in edicola il primo numero di RAT-MAN GIGANTE e siamo di nuovo nell’epoca d’oro della Corno, quando ogni mese si aspettava con trepidazione il numero successivo, annunciato in quarta di copertina…

 

In edicola ADESSO!

In edicola ADESSO!

 

Volevo dirvi che sabato 15  e domenica 16 sarò a CARTOOMICS al polo fiere di Rho, a due passi di Godzilla da Milano, raggiungibile in metropolitana, che alle 14.00 di  sabato sarò al palco LIVE per incontrare chi volesse farmi delle domande, o volesse semplicemente vedere quanto sono invecchiato a forza di buttare su degli anni, mentre domenica 16, al mattino, tipo verso le 11.00, dovrei essere allo stand Panini a fare delle firme.

Ma la seconda comunicazione prendetela con le molle, perchè non abbiamo ancora stabilito niente di preciso. Cioè, io ci sono, ma l’ora e il luogo vanno forse limati con più precisione. Nel dubbio, chiedete sempre allo stand Panini, quando arrivate in fiera.

E insomma, volevo essere felice e trasmettervi allegrezza e spensieratezza.

Poi clicco sul sito di BADTASTE e non si apre, che c’è un problema tecnico, succede.

Allora, siccome sono uno che ne sa, poco, ma ne sa, vado a curiosare sul sito di DARK HORIZONS.

E scopro che sta succedendo questo.

Guardate qui sotto.

Sapete chi sono questi ragazzini?

Guardateli bene, eh?

Ma chi sono?

Ma chi sono?

 

La prima risposta è sicuramente quella giusta.

Ma a noi interessa la risposta dei canguri.

E i canguri dicono che tra di loro, si cela il futuro volto di questo personaggio qui:

 

Doctor Doom. IL villain.

Doctor Doom. IL villain.

 

Capito?

Uno di loro sarà il Dottor Destino.

Il magnifico, terribile, regale, imponente, roboante, inesorabile, gigantesco, unico e solo avversario degno di nota, DOTTOR DESTINO.

Volevo essere felice, ma oggi non ce la faccio.

Oggi posso solo gridare la mia disperazione al cielo.  Come sempre.

 

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.587 follower